Emergenza freddo: come proteggere i bambini dal mal di gola

Proprio quando speravamo di esserci lasciati alle spalle l’inverno ecco che una nuova perturbazione siberiana ha congelato ogni più piccola speranza di portare i bambini a giocare al parco senza dover urlare ogni 2 minuti “copriti che ti viene il mal di gola!” o “non spogliarti che sei sudato e prendi un malanno!”.

Per quanto strano possa sembrare, non è in realtà il freddo a causare il tanto temuto mal di gola, quanto piuttosto gli sbalzi di temperatura che alterano la mucosa e favoriscono l’ingresso ed il proliferare di virus e batteri.
Il risultato di questi periodi di tempo incerto sono i famosi “malanni di stagione” (raucedini e faringiti), con sintomi che vanno dall’abbassamento del tono di voce alla difficoltà a deglutire, febbre e irritazioni tra naso e gola (rinofaringite).

I rimedi naturali perfetti per i bambini

Dal momento che nel 70% dei casi si tratta di infezioni di origine virale e solo nel 30% di origine batterica, spesso non c’è realmente bisogno di ricorrere all’uso di farmaci e antibiotici. Quando si tratta di un semplice mal di gola, senza altri sintomi associati più gravi, può essere utile ricorrere a rimedi naturali che, nella maggioranza dei casi, risultano efficaci:

  • Miele: le sue proprietà calmanti possono contribuire a combattere le infezioni e i batteri, a liberare le vie aeree e ad alleviare il fastidio causato dalle irritazioni alla gola. La consistenza fluida agisce direttamente sulla mucosa e, lubrificandola, aiuta ad eliminare il muco velocemente. In altre parole, il buon vecchio rimedio della nonna a base di latte caldo e miele prima di andare a nanna è sempre valido.
  • Propoli: in qualsiasi formato (caramelle, gocce, sciroppo, spray) la propoli è un prodotto naturale che può essere utile per combattere le infiammazioni alla gola. Un altro utilizzo meno noto, ma in realtà altrettanto valido, è quello come disinfettante e cicatrizzante in caso di piccole afte e lievi irritazioni del cavo orale.
  • Estratto di mirra: un po’ meno conosciuto dei primi due, ma altrettanto utile, si trova principalmente sotto forma di spray gola. L’efficacia dei prodotti per la gola a base di estratto di mirra risiede nel fatto che riescono a formare una barriera protettiva locale sulle mucose, riducendo il contatto con gli agenti aggressivi esterni e quindi il rischio di infezioni. Cosa da non sottovalutare, la mirra è anche un efficace antiossidante e migliora i meccanismi di difesa immunitaria.

Meglio evitare quindi di affollare gli studi dei pediatri quando basterebbe qualche accortezza casalinga per curare un semplice mal di gola. Si consiglia di consultare il medico qualora non ci fossero miglioramenti dopo 3-4 giorni, oppure in caso di febbre alta, di vie respiratorie bloccate e difficoltà prolungata a deglutire.

Il mal di gola si può evitare, o meglio, prevenire?

Sembra paradossale, ma in realtà è importante non alzare la temperatura del riscaldamento oltre i 19°-20° per evitare che il passaggio all’esterno sia troppo brusco – meglio indossare canottiere e maglioni pesanti! Abituate poi i bambini ad uscire (adeguatamente coperti) anche se fa freddo: in questi casi il caldo secco ed eccessivo degli ambienti chiusi può peggiorare la sintomatologia.
Infine, prevenite i malanni stagionali con un’alimentazione ricca di frutta e verdura, per aumentare l’apporto di vitamina C. Quando non dovesse bastare – si sa, spesso è un’impresa far mangiare frutta e verdura ai bambini – valutate insieme al pediatra l’uso di un integratore vitaminico.

Articoli simili

Allergie ai pollini: come difendersi dall’arrivo della primavera

Nonostante in questi giorni l’inverno si faccia ancora sentire, la primavera è ufficialmente iniziata. Questo significa giornate più lunghe e soleggiate, temperature in rialzo e tanta voglia di uscire e giocare all’aperto. Per molti bambini, però, purtroppo la primavera è […]

Carenza di ferro nei bambini: un fenomeno diffuso ma spesso sottovalutato

Il ferro è una sostanza fondamentale per l’organismo: oltre ad essere il minerale presente in maggior quantità nel sangue, svolge anche un ruolo importante per lo sviluppo fisico e cognitivo, soprattutto nel caso dei bambini durante la fase della crescita. […]

Latte artificiale: qualità e caratteristiche dei migliori

Nelle scorse settimane avevamo parlato dei motivi che possono spingere una donna a smettere di allattare al seno e delle diverse tipologie di latte in formula in circolazione. Oggi invece, in questo nostro terzo appuntamento dedicato al tema, cerchiamo di […]