Giochi vari su un tavolo in casa pennarelli colori

Cosa fare in casa con i bambini: giochi, attività e lavoretti

Un pomeriggio di pioggia, scuole chiuse, qualche linea di febbre, i motivi per cui i bambini a volte sono costretti a rintanarsi in casa possono essere tanti e diversi. Come combattere allora la noia e regalare a voi e ai vostri piccoli giochi e attività divertenti e, perché no, qualche nuova emozione?

Per venire in soccorso ai genitori, ai nonni, alle baby sitter ma anche ai vostri figli, abbiamo raccolto 15 idee di giochi e attività che è possibile fare in casa con i bambini, divisi per fasce di età: dai 2 ai 3 anni, dai 4 ai 6 anni e dai 7 ai 10 anni. Troverete i passatempi più classici e tradizionali, come Nascondino o Un-due-tre-stella, ma anche qualche idea originale e stimolante, come Indovina cosa mangi o Animare un libro e altri suggerimenti di giochi educativi di ispirazione montessoriana come il gioco dei Travasi.

E non dimenticate di lasciarvi andare e di divertirvi anche voi con i vostri piccoli!

Giochi da fare in casa con bambini dai 2 ai 3 anni

I bambini e le bambine in questa fascia d’età iniziano a imitare gli adulti e i bimbi più grandi, cominciano a dimostrare affetto per amici e familiari e sono in grado di seguire piccole istruzioni con pochi passaggi. Ecco quali giochi e attività potete fare assieme ai vostri piccoli di 2 e 3 anni in casa.

1. Indovina cosa mangi

Bambino mentre è in casa mentre prende un frutto

Indovina cosa mangi è un gioco semplice, stuzzicante e divertente per i bambini: un passatempo che permette ai vostri piccoli di riconoscere i sapori che già conoscono e di scoprire nuovi gusti.

Occorrente: 10 ciotoline con 10 assaggi di cibi diversi morbidi e saporiti come ad esempio: banana, miele, formaggio spalmabile, marmellata, budino, yogurt, gelato, creme al cioccolato…Tenete sempre a mente l’età del bambino ed eventuali allergie dei partecipanti.

Procedimento:

  1.     Allineate le ciotoline su un tavolo;
  2.     Munitevi di carta e penna;
  3.     Bendate i partecipanti e posizionateli a turno davanti alle ciotole;
  4.     Ogni bambino ha a disposizione due minuti per riconoscere il cibo che ha assaggiato;
  5.     Segnate gli alimenti che sono stati in grado di riconoscere;
  6.     Proclamate il vincitore.

2. Giochi dei rumori

Il gioco dei rumori è un’attività molto stimolante, ideale per spingere i più piccoli a prestare attenzione ai suoni. Quindi drizzate le orecchie e scoprite come si gioca!

Occorrente: preparate diverse fonti di rumore come, ad esempio, un foglio di carta da accartocciare, uno xilofono, battere una posata sul bicchiere, schioccare le dita, far cadere delle gocce d’acqua nel lavabo.

Procedimento:

  1.     Preparate il materiale;
  2.     Bendate i partecipanti o fate loro tenere gli occhi chiusi;
  3.     Riproducete il suono;
  4.     Assegnate il punto a chi per primo ha riconosciuto il suono;
  5.     Proclamate il vincitore.

3. Travasi

Il gioco dei travasi, di ispirazione montessoriana, permette ai bambini non solo di esercitarsi a mantenere la concentrazione ma anche di acquisire sempre più dimestichezza con la motricità delle mani; inoltre, regalerete ai vostri piccoli una vera e propria esperienza sensoriale di freddo e caldo attraverso il contatto con diversi materiali come ceramica, legno, metallo e li aiuterete ad avere maggiore consapevolezza sulla differenza tra solido e liquido.

Occorrente: due contenitori, materiale da travasare sia liquido (acqua) che solido (farine, legumi, riso, sabbia, pastina), strumenti per il travaso (cucchiaio, pinzette, spugne, dita, bacchette cinesi).

Procedimento:

  1.     Sistemate la postazione coprendo il pavimento con una coperta per evitare di sporcare;
  2.     Mostrate ai partecipanti come fare il travaso utilizzando lo strumento che avete scelto;
  3.     Controllate gli errori, ad ogni errore il travaso ricomincia;
  4.     Premiate chi ha fatto correttamente il travaso nel minor tempo.

Supervisionate sempre i bambini durante queste attività e, se lo ritenete opportuno, potete anche aumentare la difficoltà.

4. Un-due-tre-stella

Chi non ha mai giocato a Un-due-tre-stella? Se avete scelto questo passatempo, non avrete bisogno di nessun occorrente, solo della vostra voce e di un po’ di spazio.

Procedimento:

  1. Allineate i giocatori dietro una linea immaginaria;
  2. Posizionatevi a circa 3-4 metri (in base alla disponibilità) da loro e date le spalle ai giocatori che potranno muoversi per raggiungervi solo quando voi siete di spalle, per poi immobilizzarsi quando sentiranno la parola “stella”;
  3. Scandite a voce alta “Un, due, tre…stella” e giratevi verso i partecipanti quando pronuncerete la parola “stella”;
  4. Se un giocatore si muove, dovrà ritornare al punto di partenza;
  5. Ripetete;
  6. Vince chi riuscirà per primo a raggiungervi.

5. Gara facce buffe

Un gioco esilarante, adatto ai bambini piccoli che è possibile fare anche mentre siete stesi sul divano! Provate ad avviare e stoppare delle canzoncine per dare il tempo ai partecipanti di immaginare quale faccia fare. Chi sarà in grado di fare la smorfia più buffa? e non dimenticate, tra una risata e un abbraccio, di fotografare questo momento!

6. Nascondino

Un grande classico tra i giochi per bambini che non ha bisogno di presentazioni! Forse non sapete, però, che in alcune regioni viene chiamato nasconderella o rimpiattino.

In particolare, il rimpiattino è una variante in cui il giocatore designato per “la conta” dovrà raggiungere e toccare gli avversari per catturarli prima che loro riescano a raggiungere la “tana”. Per questa caratteristica viene anche chiamato “nascondino-prendi” in contrapposizione con il tradizionale “nascondino-vedi”.

7. Travestimenti

Se siete a corto di idee, non sapete più cosa inventare per intrattenere il vostro bambino, provate ad aprire l’armadio! Tirate fuori vecchi indumenti o accessori che ormai non indossate più, oppure ripescate i travestimenti di carnevale degli anni passati e scatenate la fantasia.

8. Creare una capanna

Creare una capanna o un fortino in soggiorno sarà divertente per i più piccoli ma anche per i più grandi!

Bambino capanna in soggiorno gioco in casa

Occorrente: grandi coperte, 4 sedie, una lampada da terra

Posizionate la lampada al centro e le 4 sedie intorno ad essa ad almeno un metro e mezzo di distanza in base alla disponibilità degli spazi interni. Ricoprite le “colonne portanti” con una grande coperta o con più coperte di medie dimensioni che dovrete poi fissare con delle mollette.

Adesso che la vostra casetta in soggiorno è pronta, potete “arredarla” portando sotto di essa assieme ai vostri bambini i loro giocattoli preferiti. Godetevi l’atmosfera che una capanna può dare, ascoltate con il vostro piccolo la pioggia che cade fuori, nascondetevi dagli altri abitanti della casa oppure leggete una storia fantastica utilizzando una torcia.

Giochi da fare in casa con bambini dai 4 ai 6 anni

Fantasia e imitazione sono le due caratteristiche principali dei bambini tra i 4 anni e i 6. In questa fascia d’età il bambino tende a essere più empatico e a dimostrare grande curiosità per tutto ciò che lo circonda. Proprio per questa loro voglia di sperimentare, vi consigliamo di provare questi giochi e attività.

9. Bowling con bottiglie riciclate

Un gioco divertente ed educativo, che farà scoprire ai vostri piccoli le potenzialità che hanno gli oggetti una volta utilizzati per la loro funzione primaria. In fondo non è mai troppo presto per parlare di riciclo creativo ai più piccini.

Occorrente: 10 bottiglie di plastica vuote, cartoncino e scotch per rivestirle, pennarelli per decorarle, nastro adesivo per sigillare il tappo, una palla.

Ricordate di riempire le bottiglie con acqua o altro per evitare che cadano giù semplicemente passandoci accanto.

10. Preparare una torta o dei biscotti

Cucinare può essere un passatempo piacevole e formativo per i bambini perché permette loro di essere coinvolti in un’attività da grandi e di seguire delle istruzioni precise. Sappiate, però, che dovrete munirvi di tanta… pazienza!

Scegliete insieme al vostro piccolo la ricetta da realizzare, potrete cimentarvi con dei biscotti di pasta frolla o con una torta al cioccolato. Divertitevi a fantasticare sul risultato finale: riuscirete a realizzare anche voi dei biscotti come quelli in foto?

Lasciate ai più piccoli i passaggi più semplici e non vi allontanate mai da loro durante la preparazione.

11. Animare un libro

Bambina bionda seduta per terra mentre sfoglia un libro, passatempo, giochi in casa

Come animare un libro? Per farlo dovete prima di tutto individuare la storia, è consigliabile sceglierne una con molti dialoghi e con diversi personaggi: potrebbe essere un grande classico dell’infanzia, come Cappuccetto Rosso o Pinocchio, ma va bene anche il libro preferito del vostro bambino. Cercate di capire quanti sono i personaggi principali e assegnate a ogni partecipante un ruolo: ognuno dovrà leggere le proprie battute scegliendo l’intonazione della voce più adatta. Potrete anche utilizzare giocattoli o oggetti presenti in casa per rendere ancora più realistica la storia.

12. Percorso a ostacoli

Chi lo ha detto che per fare un percorso a ostacoli occorre per forza andare fuori? Anche le mura domestiche offrono la possibilità di creare un percorso fai da te con diversi gradi di difficoltà e di divertimento.

Occorrente: sedie e tavoli; nastri e fili di lana sotto cui passare; bottiglie, pacchi di pasta, lattine per delimitare il percorso.

Potete inserire delle attività, come saltellare su un piede o girare su stessi, da fare al completamento degli step più impegnativi.

Giochi da fare in casa con bambini dai 7 ai 10 anni

In questa fase i bambini si preparano ad entrare nel mondo dei grandi, acquisiscono maggiore consapevolezza del proprio corpo e delle proprie emozioni e iniziano anche a pretendere di più dagli adulti! Preparatevi a passare un pomeriggio diverso dal solito con le nostre proposte.

13. Caccia al tesoro

Anche la Caccia al tesoro rientra tra i giochi tradizionali della nostra infanzia e rappresenta un bellissimo momento di svago che diverte e intrattiene i bambini sia che siano soli o in compagnia di amici, fratelli e sorelle.

Per organizzarla al meglio, seguite questi passaggi:

  1. Identificate e circoscrivete l’ambiente della casa dove si svolgerà la caccia al tesoro;
  2. Individuate il tesoro (un dolcino, una torta, un premio, un nuovo gioco…);
  3. Prendete nota di indovinelli da sottoporre ai piccoli per sbloccare i diversi passaggi e per segnalare l’oggetto dietro cui avete nascosto l’indizio successivo;
  4. Create una mappa da dare ad ogni partecipante.

14. Nome città e cose

Preparate carta e penna e divertitevi a individuare nuove categorie su cui sfidarvi! Per coinvolgere ancora di più i bambini, potrete scegliere di iniziare il gioco utilizzando le iniziali del loro nome. Inoltre, per non demoralizzare i partecipanti, vi consigliamo di escludere dal gioco le lettere più difficili come J, K, Q, W, X, Y.

Per calcolare i punti ricordate che si aggiudica 20 punti chi riesce a trovare una parola in una categoria per cui gli altri non hanno trovato nulla; 10 punti per ogni parola diversa da quelle individuate dagli altri partecipanti per la stessa categoria; 5 punti per chi ha trovato la stessa parola di un altro partecipante per una stessa categoria; 0 punti se la parola non è corretta o non si è riusciti a identificarne una.

15. Gioco delle sillabe

Il Gioco delle sillabe è il gioco ideale per i bambini più grandi che hanno già imparato a leggere e che hanno ormai acquisito una certa padronanza con le parole. Per poter giocare, create un cerchio e decidete chi sarà a partire. Il primo declamerà una parola, ad esempio gatto, e il giocatore successivo si dovrà cimentare nell’individuare e pronunciare una parola che inizi con l’ultima sillaba della parola detta dal giocatore prima di lui, ad esempio torta, e così via. Quando un concorrente sbaglia, esce dal gioco.

Per rendere più divertente il gioco, potrete impostare un tempo massimo entro cui rispondere.

Lavoretti da fare in casa

I lavoretti sono attività molto importanti ed educative per i bambini: creare qualcosa che prima non esisteva con le proprie mani assieme alla propria mamma o al proprio papà può rafforzare il legame tra genitori e figli e può regalare ad entrambi ricordi dolcissimi.

Lavoretti con la carta

Per fare dei lavoretti in casa con la carta, assicuratevi di avere abbastanza pennarelli e tanta fantasia. Non occorre essere degli artisti per riempire la casa di pappagalli variopinti o pesciolini colorati, aiutatevi con dei video tutorial trovati in rete e non disperate se alla fine il vostro gatto somiglierà in realtà a un topo!

Lavoretti di riciclo creativo

Abbiamo già visto come trasformare le bottiglie di plastica in dei birilli, per fare questi tipi di lavoretti preoccupatevi di raggruppare nei giorni precedenti oggetti ormai in disuso: potrete ad esempio far diventare, grazie ad ago e filo, un calzino spaiato in un piccolo e spaventoso drago, oppure potete creare un porta oggetti con i rotoli di carta igienica.

Adesso che sapete cosa fare con i bambini in casa, potete pensare anche a realizzare dei piccoli premi, come dolcetti o giocattoli, per il vincitore o la vincitrice e per tutti i partecipanti in modo da gratificare in caso di vittoria e di consolare in caso contrario.