Junia-foto bambino occhi grandi azzurri

Quando iniziano a vedere i neonati?

La vista dei neonati è un argomento molto affascinante, su cui hanno lavorato numerosi studiosi e pediatri. Se vi siete mai chiesti cosa e come vedono i neonati mese per mese oppure siete curiosi di scoprire quando inizia e come si articola lo sviluppo della loro vista, vi invitiamo a continuare la lettura di questo articolo.  Scopriremo assieme le sfide che i bambini appena nati devono affrontare per acquisire sempre maggiori capacità visive e quando iniziano davvero a riconoscere la mamma, il papà, le forme e i colori.

Spesso, in riferimento alla nascita di una nuova vita si dice che un bambino “viene al mondo” e che la madre lo “dia alla luce”. Il legame tra vita e luce ha origini molto antiche ed è legato a una simbologia ancestrale che tocca diverse e antichissime culture come quelle egizie, mesopotamiche, iraniche e cattoliche. La luce è anche la prima esperienza del mondo esterno che il bambino vive, e questo accade già nel pancione! Questa prima esperienza è resa possibile grazie alla vista. Ma quando iniziano a vedere i neonati e soprattutto cosa riescono a percepire davvero?

Scopriamolo assieme in questo articolo.

Il bebè può vedere nel pancione?

Se siete curiosi di sapere quando cominciano a vedere i neonati, sappiate che secondo gli studiosi, i 5 sensi iniziano a svilupparsi già nel pancione e la vista è l’ultimo di essi a formarsi. Le palpebre, infatti, restano chiuse fino alla 26esima settimana per permettere il completo e corretto sviluppo della retina. Nonostante ciò, il feto riesce a percepire la differenza tra buio e luce già intorno alle 18 settimane. Verso le 33 settimane, le pupille iniziano a comprimersi e a dilatarsi reagendo all’intensità della luce a cui è esposta la madre.

La vista di un bambino inizia quindi a svilupparsi già nell’utero.

Vista neonati: dalla nascita ai due mesi

Cosa succede nelle prime settimane di vita? Cosa vede un neonato di 2 mesi? La vista nei neonati rappresenta la loro principale finestra sul mondo: nei primi due mesi i bambini sviluppano la visione periferica, questo vuol dire che sono in grado di vedere con più facilità gli oggetti o i volti con “la coda dell’occhio” e notano in modo più marcato i movimenti e i contrasti, come ad esempio, la contrapposizione tra chiaro e scuro. In modo graduale i neonati iniziano poi a sviluppare anche la visione centrale che li porta a riuscire ad osservare elementi posti a 20/30 cm di distanza, come le proprie manine o il volto dei propri genitori. A partire dai 3 mesi il neonato riesce a vedere e a riconoscere il viso della mamma o del papà e a seguire con lo sguardo un oggetto che si muove.

Un lavoro davvero gigantesco quello che si accingono a fare i nostri bambini in queste primi mesi! E non è finita qui.

Lo sviluppo della vista dai 3 ai 6 mesi

Tra i 3 e i 6 mesi è possibile osservare importanti progressi nello sviluppo del bambino sia a livello motorio che cognitivo. Molti studi hanno dimostrato che in questa fase “la parte visiva del cervello del bambino è quella maggiormente attiva”. Il bambino è sempre più competente, sta imparando infatti a:

  • osservare oggetti e volti, anche nei loro dettagli;
  • seguire i movimenti con lo sguardo;
  • mettere a fuoco.

Ciò che spesso i genitori non sanno, è che a partire dal quarto mese di vita, la vista del bambino inizia a somigliare sempre più a quella dell’adulto. Ma non solo! In questo periodo il piccolo inizia a integrare il senso della vista con quello del gusto, dell’udito e dell’olfatto: un’esplosione di sensazioni! Questo momento emozionante anche per i genitori, viene definito “integrazione sensoriale”. In questa fase il neonato vede con maggiore chiarezza i contorni, le forme e riesce a riconoscere le diverse intensità dei colori, in particolare l’arancione e il bianco e nero.

Ricordate che ogni bambino fa comunque storia a sé, non esiste uno schema ben definito per questi piccoli grandi traguardi.

Quando fare la prima visita oculistica?

I pediatri consigliano di effettuare un controllo specialistico della vista intorno ai 3 anni, prima dell’inizio della scuola materna, eccetto particolari condizioni o anomalie vagliate insieme al vostro medico di fiducia.

 

Fonti:

https://www.womenshealth.gov/pregnancy/youre-pregnant-now-what/stages-pregnancy

http://www.salute.gov.it